Sostenitori Associazione
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
News
Home Studi - Proposte - Varie Sociale-Economia-Politica Oltre l'Austerità

Oltre l'Austerità

Qualcuno potrà domandarsi come mai, l'Associazione Ambiente e Società propone sul suo sito una raccolta di saggi di MicrOmega come "Oltre l’austerità".
Vorremmo a questo riguardo ricordare il recente monito del nostro Presidente Napolitano alle forze politiche per aver perduto occasione di europeizzare la politica a prescindere dai suoi partiti e schieramenti. Riteniamo sacrosanto questo monito, nonché l'obiettivo ad esso soggiacente, e ci permettiamo di pensare che questo problema costituisca una delle tante concause che hanno portato alla disaffezione per la politica e le istituzioni, ovvero alla crisi che sta vivendo il nostro sistema democratico.
Pertanto essendo "Oltre l'Austerità" in primo luogo un libro di denuncia rivolto essenzialmente alle forze di sinistra ci chiediamo : "perché a sinistra", quando invece la Lega e parte del PDL sembrano voler fare del loro atteggiamento fortemente critico e anti-europeista un cavallo di battaglia liquidato frettolosamente da altri come "populista", senza neanche averne analizzate motivazioni, razionalità, rispondenza alla realtà, etc.
La stessa area centrista - cui va il merito di aver visto giusto per fermare il Paese dalla catastrofe - sembra rifiutare in modo acritico la possibilità che esistano propri simpatizzanti che nutrano sentimenti di dubbio o critici verso questa Europa delle banche, senza peraltro avversare quell'Europa dei popoli che vorrebbero invece vedere unita politicamente. Nessuna meraviglia quindi se l'elettorato di centro si rifugia poi nell'astensione per oltre il 43% o dichiara di essere disposto a seguire Grillo per oltre il 14% (vedi Il sole 24Ore del 12/9/2012). Non si tratta di adottare impostazioni populiste, ma piuttosto di rinunciare ad una visione europeista elitaria dove il processo di unificazione è voluto ed attuato dalle sole "élite illuminate", necessità tanto più impellente quanto più si voglia veramente realizzare il grandioso disegno di unificazione europea attraverso il metodo democratico e quindi attraverso il consenso dei "governati", che avrebbero altrimenti il sacrosanto diritto all'opposizione e alla rivolta avverso un simile progetto ed avverso i "governanti" che lo propongono.
Pur nella convinzione della necessità di "Equilibrio" in un momento critico del Paese, pensiamo sia controproducente per la democrazia italiana tutta consentire a questa o a quella forza politica di appropriarsi in termini elettorali di un argomento di siffatta importanza e rilevanza per il futuro dell'Italia. Per questo motivo richiamiamo i responsabili di ogni area politica a ben valutare questi argomenti alla luce del monito presidenziale e dei rilievi mossi da più parti nella raccolta di saggi qui allegata.

 

Oltre l'austerità  a cura di Sergio Cesaratto e Massimo Pivetti