Sostenitori Associazione
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
News
Home Studi - Proposte - Varie Sociale-Economia-Politica Lettera aperta dell'Associazione Ambiente e Società alle Autorità sulle misure di emergenza per la salvezza nazionale

Lettera aperta dell'Associazione Ambiente e Società alle Autorità sulle misure di emergenza per la salvezza nazionale

In questo momento difficile per il Paese vorremmo sottoporVi alcune questioni e preoccupazioni maturate nella nostra Associazione Ambiente e Società.

Nonostante il Nuovo Corso Tecnico-Politico appena iniziato, i momenti più difficili (specie per le famiglie meno abbienti) sono quelli che stanno per arrivare.

Una politica di rigore vanificata da mancate soluzioni dei problemi esistenti causerebbe una frattura finale ed insanabile nella società italiana.

Nelle azioni da intraprendere, a nostro avviso,bisogna ricordare quanto segue.

Equità Sociale equivale a dire che ogni provvedimento dovrebbe ruotare intorno al “reddito (quoziente) familiare” (un’idea sempre “accarezzata” e mai realizzata).

Il redditometro è solo un ausilio per il fisco per eventuali accertamenti.Senza la regolamentazione internazionale delle transazioni finanziarie di Borsa (sollecitata già da più parti) potrebbe non cessare l’attacco speculativo nei confronti del nostro Paese e dell’euro.

Tra i metodi di speculazione in borsa appare particolarmente pernicioso l’utilizzo del cosiddetto High Frequency Trading : programmi che conalgoritmi complessi eseguono in millisecondi anche milioni di  transazioni di borsa, senza concluderne una, potendo così determinare per fini speculativi sul mercato il valore di un titolo o gruppi di titoli.

A ns. avviso questo metodo ha forti responsabilità nella crisi attuale.

Liberare le mani alla BCE per difendere l’euro può funzionare solo nel breve.Nel medio-lungo periodo o si fa l’Europa oppure l’euro crollerà.

E’ da tenere presente che – come si può vedere sulla rivista Gnosis n.3/2009 del Sisde, i nostri Servizi di Sicurezza avevano ben segnalato la nostra esposizione ad azioni speculative per effetto del High Frequency Trading già a metà del 2009, ma è straordinario come da allora nessun provvedimento sia stato preso.

Presidente
Amedeo Scornaienchi

 

 

Presidente Comitato Scientifico
Dott. Rocco Morelli

 

Roma 24/11/2011