FB FanPage

Sostenitori Associazione
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
News
Home Convegni & Eventi

Convegni

Un’Europa senza euro. Costi e benefici per famiglie e imprese nelle proposte di economisti e politici europei

a/simmetrie, in collaborazione con il Manifesto di Solidarietà Europea, organizza il seminario internazionale Un’Europa senza euro. Costi e benefici per famiglie e imprese nelle proposte di economisti e politici europei, che si svolgerà il 12 aprile 2015 a Roma, presso l’Auditorium Antonianum in viale Manzoni 1. La giornata di studio sarà dedicata al confronto fra costi e benefici di potenziali riforme delle regole e delle istituzioni monetarie e fiscali europee, inclusa l’evoluzione verso un nuovo sistema monetario.

 

Il programma è consultabile al seguente indirizzo:

http://www.asimmetrie.org/quali-scenari-per-leuropa-e-leuro/

 

Le madri digitali chiedono interventi concreti alle istituzioni

Il convegno organizzato alla Camera da FattoreMamma e Italian Digital Revolution

 

Le madri digitali chiedono interventi concreti alle istituzioni

 

Enrico Costa: “Sempre più necessario il testo unico della famiglia”

 

Chiedono a gran voce di essere ascoltate, riconosciute e sostenute dalle istituzioni le madri digitali. Magari accorciando le distanze con le sedi decisionali grazie all’impiego delle nuove tecnologie. Come ha dimostrato il convegno organizzato in Parlamento dall’agenzia FattoreMamma con l’associazione Italian Digital Revolution presso il Palazzo dei gruppi della Camera e al quale sono intervenuti numerosi esponenti di spicco del mondo politico e imprenditoriale.

Al centro del dibattito, che si è sviluppato in più direzioni, le mamme blogger, iperconnesse, che sono sempre più numerose in Italia e pronte a ricercare soluzioni ai problemi della vita di tutti i giorni.

“Nel nostro paese crescono solo le famiglie con figli unici – ha affermato il ministro per gli Affari regionali con delega alla famiglia, Enrico Costa – e i dati sulla natalità non sono positivi”. Nel 2016 secondo l’Istat è stato battuto il record negativo che risaliva all’anno precedente, il 2015, quando le nuove vite erano state 486mila: il dato infatti è sceso a 474mila. Preoccupa quindi il calo demografico, dovuto anche, secondo Costa, “alle difficoltà a conciliare la vita lavorativa con quella familiare. Anche per questo necessita l’introduzione di un testo unico, una norma di buon senso che metta insieme tutte le misure a sostegno della famiglia. Crescono invece le mamme digitali. Sotto questo aspetto i numeri sono incoraggianti, anche perché è fondamentale che la tecnologia venga utilizzata per raggiungere determinati obiettivi”.

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha invece inviato un messaggio agli organizzatori in cui ha sottolineato l’importanza del ruolo delle mamme e della rete che può “dare un grande aiuto come strumento di confronto e di discussione”.

Durante l’incontro è stato presentato il sondaggio realizzato da FattoreMamma allo scopo di esplorare le reali esigenze dell’universo materno e preparare una sorta di vademecum per chi vuole costruire un contesto sociale e psicologico scevro da particolari difficoltà.

A rispondere su argomenti quali lavoro, scuola e salute, sono state 1.242 madri italiane. Significativo l’esito: “Il 75% delle intervistate – si legge nel report – sottolinea l’inconciliabilità tra vita lavorativa e familiare adducendo come esempi principali il rientro dalla maternità troppo precoce (soprattutto se si pensa che l’allattamento al seno è vivamente consigliato dall’OMS almeno fino al sesto mese di vita del bambino), la mancanza di misure di incentivazione delle aziende affinché considerino il lavoro femminile una opportunità, invece che un ‘problema’, la necessità di maggiore flessibilità di orari. Il 62% richiede un maggiore sostegno economico a favore della maternità e il 58% più tutela dal punto di vista legislativo”.

Per quanto riguardo la scuola, “l’incompatibilità con gli orari di lavoro è riconosciuta dal 60% delle intervistate come la problematica principale seguita dalla mancanza di sostegno economico. Il paragone con gli altri paesi europei, dove il sistema scolastico prevede una distribuzione delle vacanze e una gestione degli orari più flessibile, viene citato spesso come esempio da seguire. Un tema ricorrente è l’inaccessibilità degli asili nido, che si concretizza da una parte nella poca disponibilità di posti dei nidi pubblici, dall’altra nei costi insostenibili di quelli privati”.

Sulla salute, “il 67% delle intervistate ritiene i lunghi tempi di attesa per le prestazioni sanitarie il problema principale, soprattutto se riguarda gli esami per la gravidanza (in alcune regioni si dovrebbero prenotare prima del concepimento per avere la certezza di usufruire del servizio nei tempi dovuti), ma anche quelli per i bambini affetti da patologie, da disabilità o DSA (si è costrette a ricorrere al settore privato per avere diagnosi e impostare la terapia in tempi brevi). A questo tema si lega inevitabilmente la necessità di un sostegno economico e di agevolazioni per l’acquisto di farmaci e per le prestazioni sanitarie in genere”.

Quindi, “evidenziate le criticità – hanno sostenuto le autrici dell’indagine – abbiamo chiesto alle mamme di proporre soluzioni: l’83% delle intervistate riterrebbe utile poter dialogare direttamente con le istituzioni attraverso una piattaforma digitale. Il pensiero diffuso è che esista un gap tra le esigenze concrete delle mamme e l’idea che di esse hanno le istituzioni e un dialogo diretto potrebbe favorire una maggiore comprensione delle loro istanze”.

“La genitorialità andrebbe riconosciuta come ‘lavoro sociale’. Perciò – ha asserito Jolanda Restano, fondatrice di FattoreMamma – ma anche con convinzione. Siamo con gli adolescenti la fascia di popolazione più digitalizzata: è tempo secondo noi di cogliere l’opportunità per modernizzare il paese partendo anche dal rendere le donne e le mamme più libere di contribuire in ogni modo alla sua crescita”.

Per la socia dell’AIDR Rosangela Cesareo “ora più che mai c’è bisogno di formazione, di preparare chi ha uno strumento ma è ancora incapace di usarlo. E si deve partire dal basso, dalle scuole. Così come le altre materie deve trovare spazio anche il digitale. È questa la vera rivoluzione della nostra era di cui tutti devono prendere coscienza e agire di conseguenza”.

Su questo fronte, ha spiegato Davide D’Amico, dirigente del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, “il Miur ha avviato una serie di interventi mirati affinché vi sia in ogni scuola un animatore digitale al fine di sensibilizzare i professori sul tema. Infatti, se vogliamo che i nostri figli abbiano delle competenze specifiche e conoscano i rischi della rete, bisogna anzitutto formare i docenti che sono circa 700mila”.

 

Liberalizzazione Mercato Elettrico: più concorrenza per i cittadini utenti?

L’Associazione Ambiente e Società in collaborazione con il Sindacato Lavoratori Elettrici Flaei Cisl, organizza un convegno sul tema: "Liberalizzazione Mercato Elettrico: più concorrenza per i cittadini utenti?"  Il convegno si terrà martedì 21 marzo, alle ore 15:30, presso l’Auditorium Cisl, in Via Rieti, 9, Roma.

L’abolizione della maggior tutela per l’energia elettrica ed il gas ha subito una proroga al 30 giugno 2018, in base a quanto stabilito dal DDL sulla concorrenza. Questo significa che entro quella data, anche quel 75% di famiglie italiane che dalla liberalizzazione del mercato elettrico non sono ancora passate al libero mercato dovranno scegliersi un operatore tra i tanti presenti sul mercato e sottoscrivere un nuovo contratto. Pertanto, da giugno 2018 non ci saranno più tariffe aggiornate ogni tre mesi dall’AEEGSI, Il consumatore dovrà perciò scegliere in completa autonomia la tariffa del libero mercato che ritiene più vantaggiosa per sé. Sarà comunque, compito dell’AEEGSI e dell’Antitrust vigilare sul comportamento degli Operatori Energetici affinchè non vi siano pratiche scorrette che potrebbero danneggiare i Consumatori. Tale abolizione del regime tutelato ha suscitato moltissime polemiche. C’è chi ritiene che sia l’ennesimo regalo agli Operatori Energetici e un modo di penalizzare ulteriormente i consumatori. Altri, invece, sono fermamente convinti che la liberalizzazione totale del mercato elettrico porterà ad una riduzione generalizzata delle tariffe. Difficile dire chi abbia ragione. Ne vogliamo discutere in questo convegno con gli illustri Relatori.

PROGRAMMA

Presenta:  Amedeo Scornaienchi  - Presidente Associazione Ambiente e Società

Introduce: Costanzo Conte – Comitato Scientifico Associazione Ambiente e Società

Modera:  Ennio Fano –  Esperto in materia Energetiche ed Ambientali

Relatori:

Fabio Bulgarelli - Direttore Affari Regolatori   Terna S.p.A.

Valerio Camerano – Amministratore Delegato A 2 A S.p.A.

Livio De Santoli – Prof. Delegato Energia Un. Sapienza Roma

Alberto Irace – Amministratore Delegato ACEA S.p.A.

Giuseppe Poleo - Responsabile Processi Regolatori e Flussi Informativi - Enel Italia.

Walter Meazza – Presidente Adiconsum

Andrea Pèruzy –  Presidente e AD Acquirente Unico

Intervengono:

Guido Bortoni – Presidente AEEGSI

Conclude:

Carlo De Masi – Segretario Generale Sindacato Lavoratori Elettrici FLAEI


 

Sostenitori dell'evento:

 

FLAEI

LOCMAN

 


contenuti extra

contributo Rocco Morelli - Direttore Scientifico Associazione Ambiente e Società

Una sintesi

Ringraziamenti dagli Amici dell'Associazione

Articolo "Bolletta Elettrica, il mercato può attendere"

 

Presentazione libro "La Gestione dei Contratti" di Rocco Morelli

Martedì 26 aprile alle ore 10:00 presso la Sala Aldo Moro della Camera dei Deputati si terrà la presentazione del Libro "La Gestione dei Contratti" di Rocco Morelli, Direttore del Comitato Scientifico dell'Associazione.


Programma

Ore 10:00 Accoglienza e registrazioni

Ore 10:30 Apertura Lavori

- Introduce: Dott. Amedeo Scornaienchi, Presidente Associazione Ambiente e Società

- Coordina: Avv. Anna Falcone, Esperta in diritto dell'unione Europea

- Intervengono:

Ore 10:45 - On. Federica Dieni, Parlamentare Movimento 5 Stelle

Ore 11:00 - Dott. Pino Soriero, Membro di Presidenza della SVIMEZ

Ore 11:15 - Dott. Roberto Poppi, Responsabile Affari Societari - Sogin

Ore 11:30 - Dott. Carlo De Masi, Segretario Generale Flaei-Cisl/Reti

Ore 11:45 - On. Daniele Fichera, Capo Gruppo PSI Regione Lazio

Ore 12:00 - Dott. Rocco Morelli autore del libro

Ore 12:15 - Fine lavori



 

contenuti extra

Volantino

Intervento Carlo De Masi

Intervento Anna Falcone

Intervento Federica Dieni

 

 

Il Mezzogiorno visto a Bruxelles: Politiche e Strategie per Infrastrutture e Sviluppo

L’Associazione Ambiente e Società promuove ed organizza un convegno sul tema:

"IL MEZZOGIORNO VISTO A BRUXELLES:POLITICHE E STRATEGIE PER INFRASTRUTTURE E SVILUPPO”.

Il Convegno si terrà venerdì 9 ottobre, alle ore 16, presso l’Auditorium CISL, Via Rieti, 9, Roma.

Cause storiche e strutturali permangono nel determinare una condizione di arretratezza e disagio del Mezzogiorno d’Italia e di tutta l’area del Mediterraneo. Tale condizione è oggi aggravata dalle diverse crisi innescate da una globalizzazione non governata e lasciata nelle mani di mercati senza regole e senza scrupoli. Si generano eventi che muovono popolazioni intere, piuttosto che portare pace, sviluppo e lavoro dove necessario. Misere esistenze di rifugiati e migranti divengono oggetto di sfruttamento e sono accolte da Regioni del Sud che hanno i loro stessi figli senza lavoro e sempre più spesso senza futuro. Nuove generazioni di laureati, speranza delle loro famiglie e dello Stato che li educano, migrano per avere un semplice lavoro che dia loro dignità. Il cuore sociale dell’Europa sembra pulsare solo nel suo estremo Sud, che come sempre, fornisce straordinari esempi di solidarietà umana. Eppure, non è solo la geopolitica a suggerire che la parte bassa dello Stivale, immersa nel Mediterraneo, è piattaforma di lancio di una speranza per interi Paesi che guardano all’Europa come alta espressione di civiltà umana. La gente del sud è ancora convinta, nei fatti: “che è dando, che si riceve!” ed attende con pazienza che i suoi sforzi vengano riconosciuti ed una nuova stagione di crescita, per sé e per gli altri, venga varata per sopperire ai guasti di un mondo elitario che sembra volere adornarsi d’indifferenza. Se l’Europa deve essere UNA, che sia! Ma essa deve ricordare che il suo sviluppo (basato prioritariamente su Infrastrutture, Energia, Trasporti, Telecomunicazioni, Agroalimentari etc.) e soprattutto la sua stessa sicurezza, anche militare, passano attraverso lo sviluppo del Mezzogiorno d’Italia e di quei paesi del Mediterraneo che ad essa guardano con speranza.

PROGRAMMA

Presenta:  AMEDEO SCORNAIENCHI – Presidente Associazione Ambiente e Società

Introduce:  ANNA FALCONE –  Esperta in Diritto dell'Unione Europea

Modera:  CINZIA DATO – Docente Universitario

Intervengono:

ERNESTO ABATERUSSO – Consigliere Regione Puglia

MASSIMO BRUNO – Responsabile Relazioni Esterne Enel S.p.A.

EMILIO DE CAPITANI – Docente Universitario, Direttore Fundamental Rights European Experts Group (FREE Group)

CARLO DE MASI Segretario Generale Sindacato Lavoratori Elettrici Flaei Cisl

FEDERICA DIENI – Parlamentare 5 Stelle

ROCCO MORELLI – Direttore Scientifico Associazione Ambiente e Società

LUIGI SBARRA – Segretario Confederale CISL

GIUSEPPE SORIERO – Comitato di Presidenza SVIMEZ

Conclude:

GIANNI PITTELLA –  Presidente Gruppo S&D Parlamento Europeo

 


 

Sostenitori dell'evento:

Enel

FLAEI

La Sponda

Ozonoterapia


Scarica Brochure

 


contenuti extra

Programma

contributo Rocco Morelli - Direttore Scientifico Associazione Ambiente e Società

contributo Mario Cerquiglini

Decennale Associazione Ambiente e Società - elenco convegni

Decennale Associazione Ambiente e Società - elenco attività

 

Consumo Energetico Consapevole Sostenibile

La Flaei Cisl organizza il Convegno sul tema "Consumo energetico Consapevole e Sostenibile – come risparmiare risorse e denaro rispettando l’ambiente " il 6 maggio 2015 a Roma alle ore 10,00 presso l’Auditorium di via Rieti 13.
Considerando i costi dell’energia, il tema del risparmio energetico è di primario interesse per famiglie e imprese; per questo è importante ragionare insieme per promuovere una reale cultura dell’efficienza energetica in Italia.


Scarica Brochure


contenuti extra

Intervento Luca Marchisio - Responsabile Sustainability Italy

 

Liberalizzazione del Mercato Elettrico: Chi Tutelerà Famiglie e Consumatori

L’Associazione Ambiente e Società organizza, giovedì 23 aprile 2015 alle ore 16:00 presso l’Auditorium della Cisl, Via Rieti, 9 - Roma, un Convegno sul tema:

“Liberalizzazione Mercato Elettrico: Chi Tutelerà Famiglie e Consumatori”.

Come è noto, venerdì 20 febbraio scorso, il Consiglio dei Ministri ha approvato un Disegno di Legge in tema di liberalizzazioni che prevede l'abolizione dei contratti di fornitura di energia elettrica in regime di tutela entro il 2018. Questa decisione solleva notevoli perplessità e preoccupazione in quanto oggi il prezzo dell'elettricità con il mercato tutelato è inferiore di circa il 15% rispetto a quello libero. Abolirlo significa di fatto aumentare le tariffe del 15% a milioni di famiglie e questo a tutto favore dei venditori di elettricità. Venditori che non corrispondono nella maggioranza dei casi a produttori o distributori.

Inoltre l'Autorità per l'Energia ha pubblicato per osservazioni il documento sulla modifica e revisione delle tariffe elettriche. Anche questo documento contiene elementi di estrema delicatezza che potrebbero influire in maniera negativa sui prezzi.

Riteniamo importante al riguardo, aprire un confronto ed un dibattito pubblico sull'argomento chiamando ad esprimersi le Istituzioni, le Forze Politiche, le Associazioni dei Consumatori, i Sindacati, le Imprese che vendono e/o distribuiscono l'elettricità.

 


Scarica Brochure


contenuti extra

Intervento Ennio Fano - Esperto in materia Energetiche e Ambientali

Intervento Rocco Morelli - Direttore Scientifico AS

Una breve panoramica - AS

Conquiste del Lavoro - intervista di Carlo De Masi "una bolletta salata per cittadini e lavoratori"

Conquiste del lavoro - articolo "mercato elettrico, se le famiglie pagano la fretta di liberalizzare"

 

Italia e Mediterraneo

Si è svolto il 3 marzo 2015, presso il Senato della Repubblica (Palazzo Giustiniani - Sala Zuccari) il Convegno “Italia e Mediterraneo” come da programma di seguito allegato:

Programma_Italia_e_Mediterraneo

Trasmettiamo il testo integrale della relazione introduttiva svolta dall’Ambasciatore Antonio Badini e informiamo che da venerdì 6 marzo 2015 sul sito della Fondazione (www.fondazioneoscialismo.it) sarà consultabile il video integrale dei lavori del convegno:

Testo_introduttivo_convegno

Naturalmente una rappresentanza dell'Associazione ha presenziato i lavori.

 

“LA BELLEZZA E LA POLITICA”

“LA BELLEZZA E LA POLITICA”

Resti da solo o entri in relazione?

CORSO DI FORMAZIONE POLITICA

BASATO SULLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA

Che idea abbiamo della politica? E’ bella? E’ brutta? E’ sporca? E’ per gli altri e non è per te? C’è o ci può essere un’armonia, una bellezza nella politica, così come è bella un’opera d’arte o la natura?

A partire dal 13 aprile 2015 partirà il Corso “LA BELLEZZA E LA POLITICA”, corso di formazione politica basato sulla Dottrina Sociale della Chiesa.

Il titolo del corso “La bellezza e la Politica” non è semplicemente un abbellimento retorico di quello che potrebbe sembrare uno di quei corsi dove vengono proposte solo argomentazioni delle discipline e delle scienze che ruotano intorno alla politica.

Esso in realtà ne vuole esprimere ed evidenziare:

  • l’anima profonda, il suo motore principale
  • lo sfondo culturale che lo contiene
  • l’obiettivo formativo e ad un tempo culturalmente evangelizzato che si pone

Il Kerigma possiede un contenuto ineludibilmente sociale: nel cuore stesso del Vangelo vi sono la vita comunitaria e l’impegno con gli altri. Il contenuto del primo annuncio ha un’immediata ripercussione morale il cui centro è la carità. (Papa Francesco, Evangelii Gaudium n. 177).

Il corso vuole unire in un unico piano tre vastissime categorie delle scienze umane come la bellezza – la relazione – la politica, illuminandole e dando loro un senso tramite la Dottrina Sociale della Chiesa.

Con questo corso Identità Cristiana vuole aprire un percorso di educazione alla cittadinanza responsabile.

In allegato la brochure di presentazione del Corso e la locandina che potrà essere utilizzata per diffondere la notizia ai propri contatti.  Saremo infatti  grati a chi ci aiuterà a far circolare le nostre iniziative.

Qui di seguito troverai le informazioni organizzative (con le modalità per l’iscrizione) ed il programma e calendario del Corso.

Nella sezione del nostro sito dedicata al Corso (CLICCA QUI ) troverai maggiori informazioni ed il form per la iscrizione on line.

CLICCA QUI per scaricare la locandina del Corso.

CLICCA QUI per scaricare la brochure del Corso.

INFORMAZIONI ORGANIZZATIVE

Ecco alcune informazioni organizzative sul Corso “la Bellezza e la Politica”.

Il corso è gratuito ed è aperto a tutti a partire dai 16 anni, fino ad esaurimento dei 50 posti disponibili.

Non vi è obbligo di frequenza salvo che per ottenere l’attestato di partecipazione.

Le iscrizioni potranno essere effettuate:

Ciascun incontro della durata di 2 ore verrà aperto da un breve contenuto multimediale che presenterà il tema affrontato. Seguiranno alcune relazioni tenute da esperti e da operatori della tematica affrontata e alcune testimonianze di chi è attivo nell’ambito che viene trattato.

L’incontro terminerà con un tempo per domande ai relatori e testimoni.

Verrà fornito di volta in volta materiale didattico ed informativo, messo a disposizione anche online sul nostro sito.

Per maggiori informazioni 3331189368.

PROGRAMMA E CALENDARIO DEL CORSO

Il corso si svolgerà il primo ed il terzo lunedì di ogni mese dalle ore 17:00 alle 19:00 presso il Collegio Apostolico Leoniano in Via Pompeo Magno 21 (Fermata Metro A – Lepanto) con il seguente calendario:

13 Aprile 2015 – PRESENTAZIONE DEL CORSO

PRIMO MODULO

LE SFIDE DEL MODELLO EDUCATIVO

27 Aprile 2015 – EDUCAZIONE CULTURA E SCUOLA. La sfida educativa snodo centrale per la crescita sociale e politica.

11 Maggio 2015 - SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA. Per uno Stato ed enti locali a sostegno della Famiglia.
25 Maggio 2015 - BIOETICA

SECONDO MODULO

LE SFIDE DELLA SOCIETA' MODERNA

8 Giugno 2015 – ECONOMIA, IMPRESA E LAVORO. Un modello di economia al servizio del cittadino, delle imprese e del mondo del lavoro.

22 Giugno 2015 - GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA COME SERVIZIO. Esperienze di cattolici in politica.

14 Settembre 2015 - GIUSTIZIA E LEGALITA’. Legalità e Giustizia, termometro del funzionamento di uno Stato di diritto.

28 Settembre 2015 - AMBIENTE, URBANISTICA, MOBILITA’, INFRASTRUTTURE. Il rispetto dell’uomo e delle creature viventi.

 

TERZO MODULO

LA SFIDA DELL’ACCOGLIENZA

12 Ottobre 2015 – IMMIGRAZIONE, ANZIANI, DISABILI, EMARGINATI. Solidarietà, globalizzazione, rispetto dei diritti umani. Crescere senza lasciar dietro nessuno.

26 Ottobre 2015 - TERZO SETTORE. Cosa è la sussidiarietà.

9 Novembre 2015 - ALCUNI BUONI ESEMPI DI POLITICI CRISTIANI. Da Tommaso Moro a Shahbaz Batti.

23 Novembre 2015 - ESPERIENZE ED INCONTRO CONCLUSIVO DI AGAPE FRATERNA. Consegna degli attestati.

IDENTITA’ CRISTIANA

Il Presidente

Paolo Voltaggio

 

Green Economy 2014

Oggi 23/2/2015 la nostra Associazione ha assistito a Roma, presso la sede dell'Enea, alla presentazione del terzo rapporto sulla Green Economy nel nostro Paese, come da programma qui riportato.

Il rapporto, edito da Edizioni Ambiente (www.edizioniambiente.it) è in vendita al prezzo di 24 euro.

Il rapporto delinea la possibilità che sia proprio la Green Economy a porre le basi di un nuovo modello di sviluppo che non ha nulla a che vedere con i vecchi modelli "generatori di crisi". Il nuovo modello - secondo gli autori - dovrebbe essere capace di promuovere in concreto l'uscita del nostro Paese dalla fase di declino, che lo caratterizza da qualche anno, salvaguardando le risorse disponibili e l'ambiente. Ciò appare in conflitto, però, con la chiusura inaspettata e senza altra spiegazione da parte UE del Green Economy Action Plan, proprio mentre imprese italiane (per es. Novamont) all'avanguardia in settori specialistici e che hanno riallacciato un rapporto produttivo con territori in crisi (per es. Sardegna) erano in attesa di elementi concreti per investimenti secondo detto piano.

Le pastoie burocratiche per il varo concreto di progetti del settore - riportate tra gli svantaggi che caratterizzano il nostro Paese, sono un elemento di forte ostacolo che possono allontanare investitori nazionali e internazionali.

A tale riguardo sono anche emerse testimonianze dell'ambiente industriale (Angelantoni Group, Confindustria, Minamb., etc.) e particolarmente eclatanti appaiono le vicende legate ai progetti di "solare termodinamico" di discreta taglia (50 MW cad. per un totale di 600) dove sono stati investite cifre dell'ordine di 200 Mln. di euro senza che il progetto sia decollato in concreto (ciò ha fatto riemergere il problema della modifica del Titolo V).

Ricordando che Green Economy e Sviluppo Sostenibile non sono sinonimi, è apparso molto positivo il fatto che si vada riscoprendo attraverso la Green Economy la dimensione non solo economico-finanziaria dell'impresa, ma anche quella sociale, ambientale ed etica che la lega al territorio in cui essa sorge ed opera.

Se l'EU - che ha abbracciato il vessillo del cambiamento climatico - perderà questa occasione della Green Economy che essa stessa ha promosso - c'è già chi prevede un declino tutto europeo e non solo italiano.

 


 

contenuti extra

Programma della presentazione del Rapporto Green Economy 2014

 

Presentazione del libro Pellegrine del Grande Viaggio

In occasione delle Celebrazioni del 300° anniversario della Fondazione della Congregazione delle Religiose del SS. Sacramento si è svolta il 21/2/2015, a Frascati, presso la sede delle Sacramentine, una Tavola Rotonda  per la presentazione del libro Pellegrine del Grande Viaggio, prezioso lavoro di sistematizzazione e di ricerca  del Prof. Costanzo Conte, membro del Comitato Scientifico della nostra Associazione. La prefazione del libro e la conduzione dell'incontro è avvenuta a cura del Dott. Rocco Morelli Direttore del Comitato Scientifico dell'Associazione. All'incontro hanno partecipato Prof. Padre Fabio Ciardi, che si è intrattenuto illustrando la Spiritualità della Congregazione, e Suor M. Concetta Massa - Direttrice scolastica - che ha presentato una Testimonianza dai contorni di un commovente momento di preghiera. Nella parte finale dell'incontro è intervenuto anche il Dott. Benito Corradini - Presidente dell'Accademia Internazionale La Sponda - che ha portato i suoi saluti ed ha fatto omaggio a ciascuno dei relatori di un'apprezzabile serigrafia. L'incontro si è concluso con i ringraziamenti di Madre Lucia Responsabile Regionale della Congregazione e con un rinfresco offerto dalle Sacramentine di Frascati a tutti gli intervenuti.

 

Per le foto vedi

http://fabiociardi.blogspot.it/

 

Smart City

La Federazione Romana del PSI in collaborazione con L’Associazione Ambiente e Società organizza un convegno sul tema: "ROMA Città Metropolitana : Innovazione e Qualità della Vita"(Smart City), martedì 17 febbraio, alle ore 16, presso il Centro Congressi Cavour, Via Cavour, 50a

Presenta

AMEDEO SCORNAIENCHI - Presidente Associazione Ambiente e Società

Introduce

LORETO DEL CIMMUTO – Segretario federazione romana PSI

Modera

CINZIA DATO – Socio Onorario Associazione Ambiente e Società

Intervengono

RICCARDO CASALE – Amministratore Delegato Sogin

GIOVANNI CAUDO – Assessore Urbanistica Comune di Roma

PAOLO D’ERMO – World Energy Council

CARLO DE MASI Segretario Generale Sindacato Lavoratori Elettrici FLAEI

MAURIZIO DELFANTI – Professore Sistemi Elettrici Politecnico Milano

MARTA LEONORI – Assessore attività produttive Comune di Roma

GISELLE SPANO –  Responsabile New Business Solution Development and Sales ENEL SPA

ORESTE PASTORELLI – Deputato Membro Commissione Ambiente Camera

RICCARDO NENCINI – Vice Ministro Infrastrutture e Trasporti

 

 


 

contenuti extra

Intervento Paolo D'Ermo - WEC

Intervento Prof.Delfanti - POLIMI

IIntervento Giselle Spano - ENEL

 

Per illuminare il mondo di oggi ci vuole energia etica, non solo elettrica ma anche umana, prodotta dalla solidarietà tra le persone

Programma di presentazione

Associazione Elettrici Senza Frontiere Italia

"Per illuminare il mondo di oggi ci vuole energia etica,

non solo elettrica ma anche umana,

prodotta dalla solidarietà tra le persone"

Roma, 29 Gennaio 2015 - ore 10

Parlamentino Inail - Via IV Novembre, 144

Saluto iniziale

Mario Scotti - Inail

 

Introduce e presiede

Carlo De Masi - Segretario Generale FLAEI-CISL

 

Interventi

Hervè Gouyet - Presidente

Interventi

Hervé Gouyet – Presidente Electriciens sans Frontieres Francia

Sylvain Volpp – Presidente Elektriker ohne Grenzen Germania

Jean-Léonard Touadi - Rappresentante Ministero degli Affari Esteri

Franco Gizzi – Responsabile Enel dei Rapporti con la Protezione Civile

Stefano Giudici – Responsabile Relazioni Industriali Edison

Rappresentante ISCOS

Vincenzo Buonomo – Rappresentante della Santa Sede c/o FAO

Attilio Ascani - Direttore FOCSIV

Giuseppe Rotunno – Comitato Civiltà dell’Amore

Rocco Morelli – Direttore Scientifico Associazione Ambiente e Società

 

Porteranno il loro saluto

Michel Cremieux – Presidente Enel France e Belgique

Sebastiano Fadda – Ordinario di Economia Politica Università Roma 3

Benito Corradini – Presidente Associazione ‘La Sponda’

Giovanni Luciano – Segretario Generale FIT-Cisl

Vito Vitale – Segretario Generale Fistel-Cisl

Pompeo Mannone – Segretario Generale FNS Cisl

Felice Romano – Segretario Generale SIULP

 

 

Saranno presenti altri Rappresentanti di Enti, Istituzioni e Associazioni di volontariato e di cooperazione italiane e internazionali, nonché giornalisti dei media e della carta stampata.



contenuti extra

Saluto dell'Associazione AS all'Associazione Elettrici Senza Frontiere

 

Quale Politica Economica - Industriale per l'Italia in Europa

L’Associazione Ambiente e Società  e  la Federazione Lavoratori Aziende Elettriche Italiane FLAEI-CISL

organizzano  il Convegno dal tema:

 

“QUALE POLITICA ECONOMICA - INDUSTRIALE PER L’ITALIA IN EUROPA”

il convegno si terrà giovedì 20 marzo 2014 presso all’Auditorium di Via Rieti, 11 - Roma,  ore 15,30

Presiede:

Dott. Amedeo Scornaienchi – Presidente Associazione Ambiente e Società

Introduce:

Dott. Rocco Morelli – Direttore Comitato Scientifico A&S

Modera:

On. Cinzia Dato – Socio Onorario A&S

Discutono:

Sen. Enrico Buemi – Senatore PSI - Imprenditore

On. Federico Fauttilli – Capo Gruppo Per l'italia

On. Bruno Tabacci – Deputato Centro Democratico

Prof. Alberto Bagnai - Facoltà di Economia dell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara

Dott. Paolo D’Ermo – World Council Energy  WEC  Italia

Dott. Carlo De Masi – Segretario Generale FLAEI/CISL

Avv. Anna Falcone – Esperta in diritto dell’Unione europea e politiche comunitarie

Dott. Roberto Deambrogio -  Responsabile Area Italia e Europa di Enel Green Power.

Conclude:

Dott. Luigi SbarraSegretario Confederale CISL

“Le politiche ultra liberiste sembrano aver messo in crisi un modello democratico di società post-industriale aprendo la via a modelli alternativi, autocratici e basati sul predominio della finanza. Lo stato sociale e l’industria nazionale appaiono in via di smantellamento, la coesione sociale in frantumi e la quota salari rispetto al PIL continua il suo storico trend in diminuzione, con effetti di forte contrazione dei consumi e del tenore medio di vita. Le prospettive  - specie per i giovani – si riducono, mentre gli intraprendenti ed altamente formati abbandonano il proprio paese attratti da dignitose condizioni di vita non più sperabili in Italia. La cessione di sovranità nazionale in vista del progetto “Europa” sembra si sia ritorta, di fatto, contro gli Italiani che a quel progetto tenevano più di ogni altra popolazione europea.”.

 


Scarica Brochure


contenuti extra

Introduzione al Convegno dell'Associazione AS

 

Promozione dello Sviluppo della Pace e della Sicurezza Nucleare per la dignità dell'uomo e l'integrità del Creato

Assisi, Sacro Convento

il 22 novembre 2013 si è svolto ad Assisi presso il Sacro Convento un convegno sul tema "Promozione dello Sviluppo della Pace e della Sicurezza Nucleare per la dignità dell'uomo e l'integrità del Creato" frutto della consolidata collaborazione tra il Comitato per una Civiltà dell’Amore, il Convento di ASSISI, la FLAEI e l'Associazione.

Si ringraziano per i contributi la Nucem e la Locman

 


Scarica Brochure


contenuti extra

ing Enrico Mainardi - Ansaldo

Associazione Ambiente e Società

Messaggio Santo Padre

Messaggio Ministro Bonino

 


 

XVII Congresso della FLAEI/CISL

L'Associazione è stata invitata a partecipare al XVII Congresso della FLAEI/CISL svoltosi a Castellaneta Marina il 17 18 e 19 maggio.


Scarica Brochure

 

Il Ruolo della Donna per lo Sviluppo dell'Italia

Roma, 30 Gennaio 2013 ore 15,30

"Sala delle Colonne - Camera dei Deputati” Via Poli, 19

Presenta:

  • Dott Amedeo Scornaienchi - Presidente Associazione Ambiente e Società

Modera:

  • Prof. Andrea  Ciampani - Università Lumsa Roma

Introduce:

  • On. Cinzia Dato - Socio Onorario Associazione Ambiente e Società

Itervengono:

  • On. Gianni Pittella - Vice Presidente Vicario Parlamento Europeo
  • On. Lara Comi - Europarlamentare
  • On Luca Bellotti - Parlamentare
  • Dott. Carlo De Masi – Segretario Generale FLAEI-Cisl
  • Avv. Barbara Mauro – Avvocato
  • On. Avv. Tiziana Parenti - Avvocato Penalista
  • Dott.ssa  Monica Saba - Presidente Consorzio C.I.A.O. Arbus
  • Arch. Emanuela Soave - Architetto

Conclude:

  • Dott.ssa Liliana Ocmin - Segretaria Confederale CISL


Scarica Brochure


CONTENUTI EXTRA

Introduzione Convegno Donne Associazione AS

In anteprima la copertina e l'introduzione di un libro sul tema consigliato dall'Associazione: Goodbye Italia di Cinzia Dato e Silvana Prosperi

Il ruolo delle Donne per lo sviluppo dell'Italia - Dott.ssa Liliana Ocmin

Intervento dell'Arch Emanuela Soave

Intervento dell'On.Avv tiziana Parenti

 

Quale Strategia Energetica Nazionale?

L’Associazione Ambiente e Società con la collaborazione del Sindacato Lavoratori Elettrici FLAEI/CISL, e l’istituto di studi europei “A. DE GASPERI, ha organizzato un convegno sul tema:

“QUALE STRATEGIA ENERGETICA NAZIONALE ?”

presso l’Istituto di Studi Europei “A. De Gasperi”

Via Poli, 29 - 2° piano, il MERCOLEDì’ 5 DICEMBRE 2010 alle ore 16,00.

Presenta:

  • Dott Amedeo Scornaienchi - Presidente Associazione Ambiente e Società

Modera:

  • Dott Ennio Fano - Esperto Ambientale ed Energia

Introduce:

  • Dott Rocco Morelli - Direttore Scientifico Associazione Ambiente e Societa’

Itervengono:

  • On Gianni Pittella - Vice Presidente Vicario Parlamento Europeo
  • Ing Leonardo Senni - Capo Dipartimento per l'Energia Min. Sviluppo Economico
  • Dott Sebastiano Serra - Capo Segreteria Tecnica Ministero dell'Ambiente
  • Ing Fabio Bulgarelli - Responsabile Regolazione ENEL S.p.A
  • Dott. Simone Togni - Presidente Anev
  • On Luca Bellotti - Parlamentare
  • Dott Paolo D'Ermo - World Energy Council
  • Ing Giancarlo Bolognini - Presidente NUCEM
  • Dott Emilio Oriboni - Direttore Generale Consorzio Polesine
  • Dott Federico Girolamo Lioy - Ricercatore Istituto per la Competitività Area Energia

Conclude:

  • Carlo De Masi - Segretario Generale FLAEI/CISL

 


Scarica Brochure


CONTENUTI EXTRA

 

 

Convegno lo Sviluppo oltre la crisi: Progetti anche dalla Conversione Nuceare

Il 27/11/2012 l'Associazione Ambiente e Società, ha preso parte, in collaborazione con il Comitato per una Civiltà dell’Amore ed il Convento di ASSISI, al convegno "Lo Sviluppo oltre la crisi: Progetti anche dalla Conversione Nucleare" con la presentazione (qui di seguito) illustrata da R.Morelli che ha affrontato il tema: "Microprogetti: Sviluppo nel Sud del mondo e occasione di valorizzazione delle PMI".

Erano presenti all'incontro, oltre a molte delle personalità invitate,  il Presidente dell'Associazione, componenti del Comitato Scientifico, nonchè un nutrito gruppo di Associati e simpatizzanti. A testimonianza della considerazione con cui l'Associazione Ambiente e Società affronta temi di alto valore etico, viene qui di seguito riportata una "riflessione" - condivisa con gli organizzatori - su alcuni temi affrontati ed in particolare sul tema dell'educazione alla pace.

Esprimiamo un ringraziamento sincero agli organizzatori e soprattutto al Convento di Assisi per l'ospitalità accordataci e l'insegnamento religioso ed artistico impartito in occasione della visita alla basilica francescana.



CONTENUTI EXTRA

 

Conferenza e Presentazione del Beato Pierre Vigne

Sabato, 6 Ottobre 2012, alle ore 16,00, presso la Sala PIO X I della Cattedrale di ‘Santa Maria Assunta’ di Segni, il Prof. Costanzo Conte, autore del Manifesto della nostra Associazione e autorevole membro del nostro Comitato Scientifico, ha tenuto, insieme al francescano Don Gianfranco Grieco, la CONFERENZA e PRESENTAZIONE della figura carismatica del BEATO PIETRO VIGNE alla presenza di numerose autorità locali intervenute e di un nutrito corpo insegnante legato all'Ordine delle Sacramentine.

Una rappresentanza dell'Associazione Ambiente e Società, invitata a partecipare, era presente all'evento.

Ringraziamo gli organizzatori per l'invito molto gradito ed il Prof. Conte - autore di una ricerca già pubblicata sul Beato Pierre Vigne - per l'alto e prestigioso contenuto dei temi trattati, molto apprezzati dalle autorità presenti e dagli intervenuti.

La partecipazione dell’Associazione Ambiente e Società all'evento si è concretizzata con l'affidamento di una Nota al Prof. Conte ed ai promotori, intitolata "Un’ ipotesi di lavoro per l’approfondimento degli studi sulla figura di Pierre Vigne" che riportiamo qui di seguito.

Un' ipotesi di lavoro per l'approfondimento degli studi sulla figura di Pierre Vigne

      

 

Una Corsa per la Vita

Si e' svolta San Vito sullo Ionio la seconda edizione della Corsa per la vita, fortemente voluta e sostenuta dalla nostra Associazione. La manifestazione ha visto una nutrita partecipazione di atleti e di pubblico e si e' svolta lungo le strade della graziosa cittadina. Al temine della gara i vincitori delle tre competizioni in programma sono stati tutti premiati con una coppa messa in palio dalla nostra Associazione. Il nostro ringraziamento va all'UNAAT e alla FLAEI CISL per il loro sostegno. Un ringraziamento particolare all'on. Gianni Pittella, Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo, al Prof. Gerardo Mancuso, Direttore dell'ASP di Catanzaro, all'AIRC per aver concesso il Patrocinio alla Manifestazione. Un sentito ringraziamento al Sindaco di San Vito sullo Ionio, dr. Alessandro Doria che ha ospitato la manifestazione. Un grazie di cuore va alla Prof.ssa Silvana Galipo e a Davide Barillari che hanno promosso e organizzato l'evento. Infine un ringraziamento alla dr.ssa Carmela SCORNAIENCHI per aver rappresentato il nostro Presidente. Visto il successo della manifestazione e in considerazione del nobile scopo umano e sociale, ci auguriamo di poterla sostenere ancora per gli anni a venire.

 

 

 

Risultati della ricerca del bosone di Higgs a LHC - ENEA, 12 luglio 2012

L’Associazione ha assistito con una sua rappresentanza al Convegno Enea tenutosi a Roma il 12/7/2012 sui risultati dell’ LHC in merito alla ricerca sul Bosone di Higgs, ipotizzato dal fisico Prof. Peter Higgs nel 1964-65.

Ai  risultati – ancora preliminari, ma sostanziali - ottenuti  hanno fortemente contribuito i due sistemi di misura messi a punto dagli Italiani con INFN ed ENEA.

 

Un riepilogo sul Bosone di Higgs:

Secondo il Modello Standard:

  • La gravità è mediata dal bosone di Higgs che ha spin 0 (massa fra 100 e 200 GeV), ma che è l’unica particella del Modello a non essere stata ancora osservata (salvo prossimi attesi risultati LHC);
  • La forza elettromagnetica e quella debole sono prodotte dall’interazione dei rispettivi campi con il campo di Higgs, il quale attraverso il bosone di Higgs fa in modo che le particelle rispettive, associate a tali campi, abbiano massa;
  • (Sorprendentemente!!!) tutte le particelle, in assenza del campo di Higgs, sono prive di massa, che invece acquisiscono nell’interazione con il campo di Higgs; per cui si ritiene che tale campo sia responsabile della massa di tutte le particelle, essendoci  addirittura una proporzionalità diretta tra massa delle particelle ed intensità dell’interazione con il campo;
  • Quello di Higgs è un campo di enorme potenza che pervade tutto lo spazio, con una densità di circa – 10 22 grammi/cm3, solo che non è positiva, come gli altri campi, ma è negativa;
  • Il “vuoto” non è privo di struttura come il termine corrente usualmente implica;
  • Quando  particelle si muovono attraverso il campo di Higgs e interagiscono con esso, l’interazione ha l’effetto di una resistenza alla variazione della velocità, analogamente alla resistenza al movimento che si sviluppa in un fluido viscoso.

 

 

 

IL Servizio Sanitario Nazionale: luci e ombre

 

Brochure "Il servizio sanitario nazionale: luci e ombre"

 

Saluti:

On. Luca Bellotti

Presenta:

AMEDEO SCORNAIENCHI – Presidente Associazione Ambiente e Società

Introduce e modera:

LUCIANO RAGNO – Giornalista scientifico

Interventi:

  • Il problema Sanitario in Italia
    Prof. LUCIO MANGO Direttore Medicina Nucleare A.O. “San Camillo-Forlanini” di Roma
  • La Sanità Regionale
    Prof. GERARDO MANCUSO Direttore Generale ASP di Catanzaro
  • L’Azienda Ospedaliera
    Dott. DOMENICO ALESSIO Direttore Generale A.O. “San Filippo Neri” di Roma
  • L’Università
    Prof. Adriano REDLER Prorettore Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
  • Il Territorio 
    Dott. ALESSANDRO CIPOLLA Direttore Generale ASL Rm”H”
  • Il Sindacalismo Medico
    Dott. Pietro Cerrito Segretario Confederale CISL
  • Il governo della spesa sanitaria
    Prof. Marzio Scheggi Responsabile scientifico Istituto Health Management
  • Malasanità clinica e/o gestionale
    Prof Vincenzo Blandamura Primario Chirurgia Osp. San Eugenio - Roma
  • La sanità in Europa
    On. Gianni Pittella Vice Presidente Vicario Parlamento Europeo

Conclusioni:

Prof. GIORGIO BANCHIERI Docente Sistemi di qualità in sanità, Coordinatore Didattico Master MIAS, Università “La Sapienza”, Roma

 


Mercoledì 13 giugno ore 15.00

 

Sala del Refettorio della

Camera dei Deputati

Palazzo San Macuto

Via del Seminario, 76 - Roma


 

Organizzato dall’Associazione Ambiente e Società in collaborazione con l’Istituto degli Studi Europei “A. De Gasperi”

 

 

CONTENUTI EXTRA

 

Il Governo della Spesa Sanitaria - Rigore ed Equità del Prof. Marzio Scheggi

 

 

Famiglia prima impresa

Una rappresentanza dell'Associazione Ambiente e Società ha partecipato al Convegno organizzato dalla Unione Giuristi Cattolici Italiani in collaborazione con L'Università LUMSA e tenutosi a Roma il 30/3/2012 presso l'ISTITUTO LUIGI STURZO (Palazzo Baldassini).

Il tema del convegno prende spunto da una constatazione: la famiglia produce servizi a favore di se stessa e dei suoi membri. Da questo fatto si può facilmente dedurre che la famiglia non si limita a consumare, ma soprattutto investe le sue risorse per svolgere appieno i suoi compiti.
Partendo da questa premessa si è ritenuto opportuno stimolare l'approfondimento e la discussione non solo giuridica sulla famiglia come soggetto economico e produttivo e quindi come impresa: la proto-impresa.
A tal proposito, è vero, considerare la famiglia come una normale impresa di servizi è riduttivo, tuttavia è altrettanto vero che sarebbe riduttivo se non si considerasse la famiglia altresì come un'impresa.
Le conseguenze pratiche di questa definizione economica e quindi giuridica sono molteplici (a partire dall'ambito fiscale). Pertanto, l'obiettivo dell'incontro è stato quello di introdurre nuovi argomenti a sostegno della centralità della famiglia anche sotto il profilo economico.
Infatti, se un'impresa è importante per una comunità perché può assicurare una crescita economica producendo ricchezza e offrendo posti di lavoro, la famiglia lo è ancora di più, perché oltre alla crescita economica e a tutto il resto (ricchezza e lavoro), assicura un futuro alla comunità stessa.
Ciò in quanto, la buona riuscita dei servizi offerti dalla famiglia in termini di migliore educazione, istruzione, formazione, assistenza genera nei confronti dei soggetti direttamente beneficiari, ottimismo e fiducia che, a loro volta, liberano risorse positive a vantaggio di tutta lo comunità.

 
Altri articoli...